La persona umana cuore della pace (11 febbraio 2007)

La Marcia della Pace è stata un'iniziativa promossa dall'Azione Cattolica parrocchiale, che da sempre, nell’intero mese di gennaio, sollecita i suoi aderenti a riflettere su questo tema che tanto più riempie dibattiti e trasmissioni quanto più appare delicato e difficile da trattare. L’idea è nata dall’esigenza di non spendere troppe parole sul tema, quanto piuttosto di offrire un semplice ma significativo momento di riflessione a tutta la comunità, uscendo dalle pareti “canoniche” delle sale parrocchiali, dove negli anni scorsi si è sempre celebrata una “festa della pace” per i soli aderenti. La Pace non è certo un affare privato… e da questa considerazione è stato pensato un gesto piccolo, ma fortemente simbolico, da portare direttamente nelle strade di Miglianico.

Attraverso il passaparola e i richiami nelle messe festive, tutto il paese è stato informato dell’iniziativa, contribuendo ad una sensibilizzazione che ha dato i suoi frutti. Sono stati stabiliti tre punti di raccolta, uno in via Roma, un altro al parcheggio comunale di via Paolini ed un altro ancora nella piazza del Santuario di S. Pantaleone. La gente è arrivata pian piano, ma ingrossando sempre di più le fila dei manifestanti, destando la curiosità dei passanti che si sono poi via via aggregati.

In ognuno dei tre punti di ritrovo, quando il gruppetto di persone si è fatto più folto, è stata letta una storia, con il preciso intento di suscitare delle domande e delle riflessioni personali. Dopodiché è partita la lenta e silenziosa marcia verso piazza Umberto I. Il corteo era aperto dai bambini che tenevano in mano un pezzo di striscione, lo stesso che poi si sarebbe unito con quello degli altri due gruppi, ricomponendo così il titolo della Marcia: La persona umana cuore della Pace, che è la sintesi efficace del messaggio inviato da papa Benedetto XVI per la Giornata Mondiale della Pace 2007.

L'atomosfera è stata davvero suggestiva, alimentata dallo straordinario silenzio con il quale i tre cortei hanno proceduto nella loro marcia verso la piazza principale, dove, riunendosi come una grande famiglia, si è pregato insieme un Padre Nostro. Poi, sempre in raccoglimento, il corteo ha continuato la sua marcia verso la chiesa di S. Rocco, presso la quale è stata celebrata la messa.

Alla fine della celebrazione eucaristica, a conclusione della manifestazione, tutta la comunità è stata invitata a visitare la mostra allestita da tutti i gruppi (ACR, giovani e adulti) dell'AC parrocchiale.

Tre i grandi temi di riflessione: “l'ecologia della pace”, per ricordarci quanto sia fondamentale l'equilibrio della natura affinché ci sia anche armonia fra gli essere umani; “la pace dalla S…”, già dalla S, la Small, la taglia più piccola, per ricordarci che la pace nasce dal cuore di ciascuno, dal quotidiano, per arrivare “…alla XXL”, alla pace da costruire nel mondo intero, dove le disparità sono le più diverse, dove non esiste uguaglianza, dove c'è discriminazione, dove le grandi organizzazioni internazionali sono chiamate a dare il loro contributo.

La mostra è stata allestita presso l'auditorium parrocchiale, che in quel pomeriggio si è trasformato in un ambiente accogliente e coloratissimo, con l'atmosfera resa ancora più conviviale dal piccolo buffet, alla cui preparazione in tanti hanno contribuito con prelibatezze casalinghe.

Una partecipazione calda e numerosa, che sinceramente in pochi si aspettavano. Un piccolo seme gettato nel terreno della comunità del nostro paese… semino di pace e fraternità che ora spetta a ciascuno di noi di curare, innaffiare e coltivare con amore e impegno.

 

Cinzia Cataldo