LA VISITA PASTORALE GIUNGE AL TERMINE (27 marzo 2011)

Una comunità attenta e dinamica, gioiosa e fraterna: sono questi alcuni degli aggettivi che l’arcivescovo, mons. Bruno Forte, ha utilizzato nei confronti della nostra parrocchia chiudendo, il 27 marzo scorso, la visita pastorale che lo ha visto percorrere le strade di Miglianico per tre giorni, incontrando volti, aspirazioni, sofferenze, sorrisi. Un triduo particolarmente intenso, quello della visita pastorale, preparato dalla preghiera di tutta la parrocchia e giunto come verifica del cammino fatto fino ad ora. L’ultima visita pastorale era stata a Miglianico quella del novembre 1999 di mons. Edoardo Menichelli, quando esistevano ancora le due parrocchie e non era nemmeno iniziata la costruzione della nuova chiesa di San Rocco: mons. Forte ha quindi constatato di persona come la comunità unica del paese stia iniziando a marciare unita nella pastorale e come la nuova chiesa parrocchiale stia rappresentando un fattore aggregativo importante.

La prima visita del vescovo è stata ai piccoli e ai sofferenti: prima ai bambini delle scuole materne ed elementari, poi ai ragazzi delle medie ed infine ai malati. Poi è toccato al mondo imprenditoriale e dello sport, riunito con grande festa al campo sportivo “F.lli Ciavatta”. La prima celebrazione eucaristica della visita pastorale è stata significativamente svolta nella chiesa di Sant’Antonio Abate a Cerreto, dove “padre” Bruno ha esortato gli abitanti a creare sempre più comunione tra le due comunità parrocchiali ora unite. La prima giornata della visita si è poi chiusa con l’incontro amorevole e denso di significati con il Consiglio pastorale parrocchiale e i fedeli tutti.

Il sabato della visita, 26 marzo, a parte l’incontro con il Consiglio comunale, ai cui componenti l’arcivescovo ha lasciato un messaggio di impegno per il bene comune e per il superamento delle divisioni, è stato dedicato ai ragazzi ed ai giovani che compiono un cammino di fede all’interno della parrocchia: incontri semplici e dialoghi serrati, con domande e speranze che si sono intrecciate, culminando nella celebrazione eucaristica serale con tutte le classi del catechismo.

Chiusura solenne la domenica alla messa comunitaria delle 10: mons. Forte si è rallegrato per la vitalità della parrocchia e per la sua forza nella fede e, dopo aver esortato tutti a continuare nel cammino di santificazione, ha ufficialmente donato l’evangeliario e solennemente letto il documento finale della visita pastorale.

Antonello Antonelli